Giddens is not God

Ad un seminario su Giddens, per spiegare l´interazione individuo-istituzioni l´oratrice ha raccontato questo esperimento.

In una gabbia vi sono delle scimmie e tutte le volte che una si azzarda a toccare la banana tutte le altre vengono spruzzate d´acqua. Dopo un po´ le scimmie non solo smettono di toccare la banana, ma sanzionano (menano) la scimmia deviante, che con il suo comportamento danneggia il gruppo. A questo punto si possono fare tante considerazioni. La scimmie rispettano le regole in virtù di un imperativo categorico morale (Kant) che le spinge ad adeguarsi (perchè pensano sia giusto/morale fare così) o per paura della sanzione? E a sua volta il gruppo rispetta la regola perchè in qualche parte del cervello si è attivata l´idea platonica (visibile con una TAC) “non toccare la banana” o in base all´esperienza negativa precedente? Il solito dualismo platonico-aristotelico, insomma. Giddens, paraculisticamente dice che tra individui e istituzioni vi è un´influenza reciproca. E bravo! Adesso si che siamo a posto!

Fuor di metafora si possono fare una valanga di considerazioni del tipo sono gli individui a determinare gli assetti sociali o è la società a condizionare/forzare gli individui ad un certo comportamento morale? La morale è una costruzione sociale o è scritta dentro, incisa a fuoco nell´individuo che poi forgia i vari assetti sociali a sua immagine? Qualcuno può dire ecchisenefrega, ma ci sono persone condannate a dire cose intelligenti.

Durante il dibattitto ho osservato che si deve uscire da questo dualismo e capire che la domanda è sbagliata.

La domanda da porci (in questo caso da scimmie/uomini, non porci) è: sono sufficenti le banane per tutti? Se non ci facciamo questa domanda ci stiamo prendendo per il culo, ma soprattutto perdendo tempo.

Fuor di metafora le scimmie:

a) se avessero una banana a testa se ne fregherebbero dello spruzzo e si farebbero la doccia a panza piena

b) non esisterebbero scimmie buone (morali) che rispettano le regole e scimmie sovversive (cattive) che amano trasgredire le regole.

Insomma in conclusione:

a) è un problema di distribuzione delle risorse, non istituzionale/morale

b) non esistono scimmie buone o cattive (alla TAC non si vede un cazzo!) , semplicemente le scimmie/persone agiscono in base alle loro condizioni materiali.

Tutti sono rimasti in laico silenzio. Che abbiano capito o sono state perle ai porci? Ma le faccie di quelli intelligenti erano compiaciute. E´questo che conta.

A questo punto resta il dubbio sul perché esistano scimmie/uomini che fanno gregge e scimmie/uomini che trasgrediscono.

La risposta è che l´escluso (per caratteristiche intrinseche, oserei dire genetiche, fisico-caratteriali) trova più conveniente trasgredire dato che il piacere di mangiare la banana è maggiore del dispiacere dello spruzzo d´acqua e delle botte dei suoi simili.Visto che io preferisco avere la pancia piena e l´acqua non mi disturba più di tanto e per giunta non mi volete, brutti stronzi, io mangio alla faccia vostra , massa di pecoroni! Ecco il ragionamento.

Non esistono scimmie/uomini buone o cattive, ma individui esclusi (sfigati?più evoluti?diversi?rompicoglioni?) che ci guadagnano di più a trasgredire. A nessuno piace deliquere, ma se l´escluso ha la pancia vuota la sua bilancia costi/benefici ha segno meno e se ne frega delle sanzioni. Al contrario non esistono individui buoni, ma individui con segno positivo (che in quel momento storico e in quelle condizioni materiali stanno bene così).

Ecco allora a cosa servono le istituzioni.Per bilanciare gli squilibri. Nessuno deve restare indietro, perchè una societá più giusta funziona meglio e produce più banane.

Darwin e Marx assieme per un mondo migliore.

~ di alexb77 su marzo 1, 2008.

6 Risposte to “Giddens is not God”

  1. io non c’ero, ma sono compiaciuto.
    ora scappa, vado a mangiare una banana, prima però mi procuro una mazza ed un k-way

  2. 😀

  3. Egregio, le faccio umilmente notare che questa sua dotta analisi sociologica e e’ stata proposta da un contemporaneo di Darwin e Marx, tal Herbert Spencer, ed e’ stata giustamente dimenticata insieme al suo autore tra gli aborti della storia della scienza (mentre, helas, l’espressione “survival of the fittest” che conio’, continua ai giorni nostri)

  4. Tu forse preferisci il fratello Bud:-)Rispetto la tua opinione.Comunque anche se non sei d´accordo almeno capisci di cosa sto parlando.De sti tempi…

  5. Giusto, il problema fondamentale è che le banane-risorse sono limitate. Se non lo fossero non solo non vi sarebbero i concetti di bene e male ma nemmeno le istituzioni. Però non si può non partire dal fatto che le risorse sono limitate, anche aumentando quelle materiali, gli uomini ne vogliono sempre di più, e poi non sarebbe ancora risolto il problema della scarsità delle risorse simboliche (potere, riconoscimento etc).

  6. Giusta osservazione.Il punto é capire che è la mancanza/abbondanza di risorse a determinare gli assetti sociali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: